Categoria: Senza categoria

Mostra d’arte contemporanea “Animus et Anima”

Monica Caiazzo Animus Et Anima

 

“ Ogni uomo ha in sé una donna e ogni donna ha in sé un uomo.”

Sono le parole di C. G. Jung, psicoanalista ed antropologo, secondo il quale Animus e Anima sono i due archetipi che ci danno forse meglio di altri una visione di quanto l’essere possa essere duale.

Questo è il tema della mostra d’arte contemporanea “Animus et Anima” che si è svolta  dal 23 febbraio al 6 marzo 2019, nel complesso di San Severo al Pendino, in via Duomo a Napoli.

 

In tale mostra è stata esposta anche l’ultima opera della pittrice Monica Caiazzo realizzata dando libera interpretazione ed espressione al tema del dualismo tra maschile e femminile.

Il suo dipinto ha avuto giudizio positivo dalla critica che lo ha descritto:” potentissime immagini di tipo figurativo ci pongono di fronte i due volti posti l’uno di fronte all’altra con tratti somatici che sembrano riprodurre nel loro interno quella stessa dualità del maschile e del femminile “.

 

La sua opera definisce perciò l’ANIMA quell’energia femminile presente nella psiche dell’uomo ed ANIMUS quell’energia maschile presente nella psiche della donna.

Così come ogni sentimento contiene il suo opposto, l’odio convive con l’amore, la sottomissione con la prevaricazione, il conscio con l’inconscio, la dualità vale anche in ordine ai due generi biologici, il maschile ed il femminile.

 

 

Si definisce perciò l’ANIMA quell’energia femminile presente nella psiche dell’uomo ed ANIMUS quell’energia maschile presente nella psiche della donna.

Presenti nell’immaginario collettivo da sempre e metaforizzati nei sogni e nell’arte, l’Anima porta alla coscienza il principio di EROS, o amore, cioè stimola l’unione,  l’Animus porta alla coscienza il principio del LOGOS, o ragione, cioè accentua la distinzione: l’Anima significa legame, unione, protezione, affettività, cura, mantenimento, mentre l’Animus specularmente significa riflessività, controllo, analisi, ponderazione, razionalità, calcolo, decisione, programmazione, distinzione.

Solo la perfetta integrazione di entrambe queste due forze, maschile e femminile, abbracciando e mantenendo le due energie, porterà l’individuo all’armonizzazione del proprio essere, così come una candela è l’insieme di luce e ombra .

 

Procedi all’acquisto

Premio il richiamo degli angeli

Siamo orgogliosi di comunicare che in data 03/06/2018, Monica Caiazzo è stata premiata nella città Mercogliano come prima classificata per il suo dipinto che ha partecipato al concorso denominato “il richiamo degli angeli”.

Quest’opera è dedicata a due giovanissimi ragazzi e alla loro prematura scomparsa.
L’intento dell’autrice non è quello di rappresentare il dolore della perdita o la sofferenza della malattia, ma vuole trasmettere la serenità e la spensieratezza, tipiche della giovane età dei ragazzi a cui è dedicato il concorso.
I due sono seduti in cielo e giocano con le bolle di sapone, lo sguardo di lei è rivolto verso lo spettatore come a volergli trasmettere il senso di pace che essa stessa prova. Dietro di loro la luce Divina, simbolo della presenza amorevole del Padre che veglia su tutti noi.

Quadro donato per il richiamo degli angeli

Il quadro resterà in esposizione permanente nella biblioteca dell’ Abbazia del Loreto di Mercogliano.